M.A.C. è cruelty-free?

No, M.A.C. non è cruelty-free.

M.A.C. si dichiara cruelty-free. Sul loro sito, scrivono: “M∙A∙C non testa sugli animali. Non possediamo nessuna struttura dove vengono effettuati test su animali e non chiediamo a nessuna terza parte di farlo per nostro conto.

Esistono governi che conducono test su animali per provare la sicurezza dei nostri prodotti prima di venderli nel loro mercato ma M·A·C non ha mai testato su animali e continua a detenere una posizione di leadership nel movimento per abolire la sperimentazione animale in tutto il mondo. Siamo orgogliosi di collaborare con l’IIVS (Istituto per la Ricerca In Vitro); la nostra comune missione è diffondere l’uso e l’approvazione di metodi alternativi ai test su animali in tutto il mondo.” cercando di girare intorno alla questione.

Come sappiamo, in Europa, i test sugli animali sono vietati dal marzo del 2013. Per sapere meglio cosa intendo con cruelty-free consulta il mio articolo.

Comunque, ci sono ancora dei paesi in cui è obbligatorio testare sugli animali. Quando un brand decide di vendere i propri prodotti in questi paesi, deve necessariamente testare i propri prodotti. Pur non facendolo sui prodotti venduti in Europa, lo fa altrove.

Lo dicono loro stessi: “Esistono governi che conducono test su animali per provare la sicurezza dei nostri prodotti”.

MAC vende i propri prodotti in Cina. Dice di impegnarsi in tutti i modi per combattere l’animal testing ed effettivamente lo fa negli altri paesi ma continua a vendere i suoi prodotti dove l’animal testing viene richiesto per legge.

Quindi i suoi prodotti, quando richiesto, vengono testati. Questo lo rende un brand non-cruelty free.

Vittoria Tomassini